Bonifacio Figari
Bonifacio estremo sud della corsica
Bonifacio Figari
Chiesa del villaggio di figari estremo sud della corsica
Bonifacio Figari
Golf di sperone bonifacio estremito sud della corsica
Bonifacio Figari
Spiaggia di canetto estremito sud della corsica
Bonifacio Figari
Una spiaggia nella regione di bonifacio

Bonifacio

Bonifacio, le magnifiche falesie bianche

 

Situata alla punta dell’estremità del Sud dell’isola, la città di Bonifacio ha una posizione eccezionale!
Dalle magnifiche falesie bianche, la città si apre sulla mediterraneo a solo 14km delle coste della Sardegna. E anche possibile per tempo bello di ammirare dalle altezze di Bonifacio le coste sarde.
 
Bonifacio è insomma la città la più al Sud della Francia.

Resterete sedotti dalle sue magnifiche rocce calcaree simbolo per eccellenza del fascino della città!
Bonifacio è divisa in 3 parti:

-La Città Alta con le sue stradine strette, costruite su una penisola di rocce calcaree, in cui potrete scorgere abitazioni abbarbicate sul pendio delle falesie.
-La marina con il suo delizioso porto commerciale, dove attraccano velieri provenienti da tutto il mondo.
-La campagna circostante ricca di vestigia rurali che attestano una storia dalle radici antichissime.

Alcune cifre su Bonifacio


Popolazione di Bonifacio : 2890 abitanti (INSEE 2008)
Superficie della regione di Bonifacio : 13 000ettari (1/3 di pietra calcarea.
Traffico di traghetti 10 000/anno. Ciò fa di Bonifacio il porto più frequentato di Francia.

Trasporto a Bonifacio - Come raggiungere Bonifacio


La città di Bonifacio è dotata di un magnifico porto commerciale in cui i primi moli vengono realizzati alla fine del XIX secolo.
Con circa 10.000 scali all’anno, è il più frequentato di Francia e del Mediterraneo.
Tuttavia, nessuna compagnia marittima offre tratte regolari tra il continente e il porto di Bonifacio. Pertanto per raggiungere la città, è necessario scendere a Porto Vecchio.
Nel suo porto attraccano infatti solo velieri e yacht privati o imbarcazioni da crociera.
Tuttavia il porto di Bonifacio rappresenta il primo punto di partenza per le traversate verso la Sardegna.

Qui sono presenti inoltre compagnie marittime che vi permetteranno di scoprire i tesori dei dintorni, ossia: la celebre grotta di Bonifacio, le isole Lavezzi, l’isola di Cavallo (di proprietà privata), il magnifico golfo di Sperone con le sue lussuose ville…
La città è inoltre ben collegata grazie all’aeroporto di Figari, dove Air Corsica, principale compagnia area, opera in partnership con Air France.

Storia di Bonifacio


Nell’antichità una città chiamata Pallae designava lo stretto tra la Corsica e la Sardegna, il quale a tutt’oggi porta ancora il suo nome.

La città di Bonifacio prende il proprio nome dal conte Boniface II, marchese di Toscana. Non si conosce con esattezza l’origine della città attuale, ma è certo che Bonifacio II ne ordina la costruzione tra l'828 e l'833.

La storia della città a partire dal 1195 è invece ben nota.
In passato, come molte altre città della Corsica, viene colonizzata dai genovesi che, per proteggersi, realizzano delle modifiche strutturali, tra cui l’edificazione della cittadella di Bonifacio come la conosciamo oggi.

Il porto di Bonifacio è teatro di una violenta guerra tra Pisa e Genova. Entrambe le città vi vedono, infatti forti interessi economici in virtù della sua posizione privilegiata, da un lato da un punto di vista militare e dall’altro all’interno del Mediterraneo soprattutto per il commercio dell'isola con la Sardegna, situata a solo 14 km di distanza.

Nel 1420, il re Alfonso V d’Aragona d’Aragona riesce ad assediare la città per 5 mesi (potrete ammirare dall’alto delle falesie o dal mare una scalinata composta da 187 scalini che il re stesso fece tagliare nella roccia per avere accesso ad una fonte di acqua potabile, prima di fuggire di fronte alla ribellione dei bonifacini.
Nonostante le numerose invasioni, Bonifacio rimane dunque libera fino al 1528, quando la piaga della peste decima quasi il 90% della popolazione.

La città non riesce così a resistere all'attacco del 1553, ordinato dal Maresciallo di Thermes e viene saccheggiata.
Il re di Francia ne prende possesso fino a quando, nel 1559, la cede alla Repubblica di Genova in cambio di un trattato di pace.

Patrimonio culturale di Bonifacio


-La Scalinata del Re d'Aragona (1420)
-I cammini di ronda che consentono di effettuare una passeggiata medievale nel cuore delle fortificazioni cittadine
-Il cimitero marino (XVIII)
-La Chiesa Saint Dominique (XIII)
-La loggia all'entrata della Chiesa Sainte Majeur d’origine pisana (XII)
-I baracuns e Tramizi (piccole capanne in pietra)

Peculiarità della città di Bonifacio


Bonifacio vanta un parco marino internazionale, si tratta della riserva naturale delle Bocche di Bonifacio, che ospita paesaggi marini eccezionali (isole Lavezzi, isole Cerbicali, le falesie di Bonifacio, il lago di Ventilegne…). Il mare stesso custodisce magnifici fondali ed è un santuario per specie protette, minacciate o persino rare.

Spiagge di Bonifacio


70 km di coste orlano la città di Bonifacio che ospita magnifiche spiagge e cale di sabbia finissima caratterizzate da una natura selvaggia e posta sotto vincolo di tutela.

Ecco le mete da non mancare:
•Rondinara
•Le Calanche di Fazio
•Tonnara
•Piccolo Sperone
•Lavezzi