Saint Florent Agriates
Spiaggia di lodo agriate alta corsica
Saint Florent Agriates
Spiaggia di lodo alta corsica
Saint Florent Agriates
Spiaggia di lodo regione san fiorenzo alta corsica
Saint Florent Agriates
Vigna del nebbiu
Saint Florent Agriates
Villaggio di san fiorenzo alta corsica

Patrimonio

Patrimonio situata in Alta Corsica all'entrata del Capo Corso

Situato nel dipartimento dell'Alta Corsica all'entrata del Capo Corso, nella regione del Nebbio e nei pressi di San Fiorenzo (4 km), Patrimonio rappresenta uno degli 8 comuni del cantone della Conca d’Oro.
Il suo litorale, nel golfo di San Fiorenzo, ha inizio alla foce del Fiume Albino (villaggio di Farinole).
Le sue coste aspre e frastagliate si susseguono per 3,5 km e le spiagge di Catarelli e d’Olzu sono in parte composte di ciottoli.

Il paesaggio è caratterizzato da vigneti riconosciuti e da una macchia coperta di olivi selvaggi e di boschetti.

 

Alcune cifre su Patrimonio


Popolazione di Patrimonio : 666 abitanti (INSEE 2008)
Superficie di Patrimonio : 1746 ettari
Superficie della proprietà viticola a Patrimonio : 409 ettari (13.9% della proprietà viticola dell’isola)
Numero di viticoltori presenti a Patrimonio 9 + la cooperativa SICA dei viticoltori di Patrimonio.

 

Trasporto a Patrimonio - Come raggiungere Patrimonio


Patrimonio non possiede porto mercantile né aeroporti.
Il villaggio è accessibile per i porti mercantili di Calvi (73km di distanza) e di Bastia (20km di distanza).
Ma anche per aero degli aeroporti di Calvi e di Bastia.

 

Storia di Patrimonio


La statua menhir «U Nativu» che si trova a Barbaggio, comune vicino a Patrimonio, testimonia un’occupazione umana molto antica in questa zona.

 

Fin dall’antichità i vigneti di Patrimonio sono molto apprezzati e sono coltivati prima dai greci e in seguito dai romani.

Verso la metà del XVI secolo, Patrimonio è uno dei 5 «comuni» della provincia del Nebbio, insieme ad Olmetta, Oletta, Farinole, San Pietro e San Quilico controllati dalla città di Bastia.
In questo periodo i nomi di queste località sono: «lo Palazzo», «la Ficagia», «la Picinasca», «lo Cardeto», «lo Calvello», «la Feruciasca», «Barbagio», «Brigheta» e «Casatico».
Patrimonio dipende dalla diocesi del Nebbio, la cui autorità si estende altresì sulle località di Canari, Nonza, Santo Quilico e Santo Pietro.
A partire dal XVIII secolo, le località di Bigorno e di Patrimonio si fondono per dare vita al villaggio di Costere.

 

Patrimonio culturale di Patrimonio


-Chiesa San Martinu di stilo barocco
-Cappella Santa Maria Assunta
-Il ponte Romano
-La statua-Menhir spostata nell’anfiteatro di Patrimonio

 

Peculiarità di Patrimonio


Il magnifico e pittoresco comune di Patrimonio, molto tranquillo in inverno, si trasforma in una cittadina particolarmente vivace durante l’estate!

Infatti, ogni anno, sotto il sole in mezzo ai vigneti, si svolge nel mese di luglio il festival «Notti della Chitarra».

Si tratta di una manifestazione da non mancare che dal 1989 riunisce i più celebri chitarristi Questo festival ospita spettacoli diversi tra loro, con artisti che suonano dalla balalaika alla chitarra elettrica, e vi invita a festeggiare per 8 sere consecutive!